di

Proseguono le disamine tecniche di Digital Foundry incentrate sulle differenti versioni di Cyberpunk 2077, il gioco più discusso del momento. Stavolta, la redazione inglese ha analizzato la sorprendente edizione per Google Stadia, che si è rivelata essere un'eccellente alternativa alle problematiche versioni per le console della scorsa generazione.

Nel farlo, l'ha messa a confronto con l'edizione per le console Microsoft, mentre girava in retrocompatibilità su Xbox Series X. Il porting di Cyberpunk 2077 per Google Stadia è stato curato da un team esterno, QLOC per la precisione, gli stessi che si sono occupati di Dark Souls Remastered, Hellblade: Senua's Sacrifice per Nintendo Switch, e le versioni PC di Injustice 2 e Mortal Kombat 11.

Sia su Xbox Series X che su Google Stadia, Cyberpunk 2077 offre due distinte modalità, Grafica e Framerate Alto. Quando è attiva la prima, il gioco punta ad un framerate di 30fps e gira ad una risoluzione dinamica di 1620p-1800p su Xbox Series X e a 1440p-1584p su Stadia (con downsamplig a 1080p per i non abbonati a Stadia Pro). In modalità prestazioni, scende a 1080p-1620p su Xbox Series X, e 810p-972p su Stadia. Per quanto concerne il livello di dettaglio, a volte prevale una piattaforma, a volte l'altra. La cache delle texture sembra essere più grande su Google Stadia, mentre la risoluzione delle luci volumetriche è superiore sulla console next-gen di Microsoft. Le ombre sono migliori su Xbox Series X, ma se viste dalla distanza sono rese meglio su Stadia. I 30fps vengono raggiunti su entrambe le piattaforme nella stragrande maggioranza dei casi, ma su Xbox Series X il frame pacing è più stabile. In modalità performance, pur puntando ai 60fps, il servizio cloud gaming di Google si aggira tra i 45 e i 55 fps, riuscendo a ridurre in maniera sostanziale l'input lag. Xbox Series X, invece, genera valori mediamente più alti in performance mode.

In definitiva, Cyberpunk 2077 su Stadia con la quality mode attiva offre una risoluzione inferiore a Xbox Series X, ma superiore a PS5 (1188p). Ricordiamo che anche sulla console next-gen di Sony il gioco gira in retrocompatibilità. Secondo Digital Foundry, in alcuni scenari si comporta meglio di quanto fanno tutte le attuali build per console. Per maggiori dettagli, vi invitiamo a guardare il video in apertura.

Quanto è interessante?
11