Esport

Dafran, ex pro player di Overwatch, critico sul ranked system di VALORANT

Dafran, ex pro player di Overwatch, critico sul ranked system di VALORANT
di

L'ex giocatore di Overwatch e streamer professionista Daniel "Dafran" Francesca, dopo esser stato bandito a vita dai tornei di VALORANT organizzati da SolaryTV (dal quale ha rimediato anche un ban di una settimana), è tornato a far parlare di sé.

Questa volta l'irruento giocatore ha twittato tutta la sua delusione riguardo al ranked system di VALORANT.

Il sistema classificato, ricordiamolo, presenta otto divisioni: ferro, bronzo, argento, oro, platino, diamante, immortal e il grado più alto, VALORANT. Per sbloccare il rank iniziale, i giocatori devono giocare cinque partite di piazzamento e le loro prestazioni determineranno il loro posizionamento.

Riot ha già detto che l'FPS non avrà né Solo né Duo Queue nel sistema classificato perché l'obiettivo principale del colosso statunitense è quello di avere un ambiente competitivo "incentrato sul gioco di squadra".

Sembra che questo sia uno dei motivi per cui Dafran si è detto "deluso" dal sistema classificato di VALORANT.

Il nuovo hero shooter, intanto debutterà ufficialmente la prossima settimana con nuovi contenuti di gioco, tra cui una nuova modalità di gioco, un nuovo agente e una nuova mappa.

Dafran, però, non è entusiasta del lancio così ravvicinato. Come Shorud del resto, il quale ha detto che il 2 giugno è troppo presto, perché il gioco non è ancora finito. Altri pro player si sono uniti al coro di protesta: l'ex professionista di Counter-Strike, Jacob "pyth" Mourujärvi, ha dato ragione a Dafran.

Quanto è interessante?
0