Dati Steam rubati agli utenti dell'Epic Games Store? Arriva la risposta di Tim Sweeney

Dati Steam rubati agli utenti dell'Epic Games Store? Arriva la risposta di Tim Sweeney
di

Secondo quanto emerso su Reddit, il client dell'Epic Games Store raccoglierebbe "di nascosto" i dati Steam degli utenti e li trasmetterebbe all'azienda statunitense. La gravità delle accuse mosse dalla community ha spinto il presidente di Epic, Tim Sweeney, a dire la sua dalle colonne di GamesIndustry.

Il fondatore del colosso videoludico statunitense si è detto rammaricato per la vicenda e spiegato che l'intera questione è legata all'erroneo utilizzo di un file impiegato dalla compagnia per pagare gli streamer aderenti all'iniziativa Support-A-Creator.

"Dovremmo solo accedere al file localconfig.vdf solo dopo che l'utente ha scelto di importare la propria lista amici da Steam", ha infatti spiegato Sweeney aggiungendo che tale configurazione è dovuta a un "residuo rimasto per la nostra fretta di implementare delle funzionalità social durante i primi giorni di Fortnite".

"In realtà è colpa mia se ho fatto pressione al team del launcher dell'Epic Games Store a supportarlo in maniera super veloce e senza identificare i problemi che dovevano essere risolti e i file che dovevamo cambiare", ha poi dichiarato il boss di Epic Games prima di concludere che "dal momento che questo problema è venuto alla ribalta, siamo impegnati a sistemarlo".

Oltre a questa necessaria modifica al file "cattura-dati", nel corso del 2019 i vertici dell'azienda della Carolina del Nord hanno già annunciato di voler aggiornare costantemente l'Epic Games Store per introdurre nuove funzionalità.

Quanto è interessante?
3