Days Gone 2 è stato rifiutato da Sony dopo l'abbandono di Shawn Layden

Days Gone 2 è stato rifiutato da Sony dopo l'abbandono di Shawn Layden
INFORMAZIONI GIOCO
di

Oltre ad aver parlato del possibile reboot di Syphon Filter e di Resistance open world, Jeff Ross, ex creative director di Bend Studio, ha discusso di Days Gone 2, il progetto che Sony non ha approvato in quanto delusa dalle performance di mercato del primo capitolo.

Sappiamo ormai da tempo come Bend Studio abbia provato ad imbastire il progetto di Days Gone 2 poco dopo la pubblicazione del primo episodio della serie a base di moto e non morti. Dopo aver presentato il pitch a Sony, tuttavia, il titolo fu scartato in favore di una nuova IP della software house.

Jeff Ross ha svelato che la decisione di accantonare Days Gone 2 è stata presa soltanto dopo l'abbandono di Shawn Layden. Le dichiarazioni lasciano intuire che, probabilmente, l'ex presidente di Sony Worldwide Studios si fosse dimostrato favorevole alla realizzazione del sequel.

"Non appena Shawn se n'è andato, Days Gone è morto. Era ovvio che non avremmo dovuto parlarne mentre ci stavamo ancora lavorando e lo stavamo progettando. Era chiaro che si trattasse di una versione temporanea. E non c'era nulla che sia riuscito a convincere il manager locale ed il suo capo. Probabilmente è stato un fallimento del gruppo creativo, ma è stata una battaglia in salita per tutto il tempo".

Nel frattempo, è stato chiarito che con tutta probabilità Days Gone non ha venduto più di Ghost of Tsushima, come erroneamente affermato in un primo momento da parte dello stesso Jeff Ross.

FONTE: ign.com
Quanto è interessante?
9