DAYSGONE

Days Gone: l'ambientazione avrà un ruolo determinante, assicura Sony Bend

Days Gone: l'ambientazione avrà un ruolo determinante, assicura Sony Bend
di

Il Game Director di Days Gone, Jeff Ross, ha scambiato quattro chiacchiere con i colleghi di GameSpot per discutere dell'importanza dell'ambientazione nelle dinamiche narrative e di gameplay che sperimenteremo nella dimensione post-apocalittica del nuovo action a mondo aperto di Sony Bend per PS4.

Secondo quanto illustrato da Ross, l'Oregon digitale di Days Gone sarà "un ambiente bello e sinistro. Onestamente, sarà come un personaggio del gioco, a modo suo. Esplorandolo, vedreste nevicare al mattino e potreste avere caldo a pranzo, per poi assistere di nuovo a una nevicata o a un'acquazzone notturno. Da queste parti può nevicare fino a giugno o anche fino a luglio, è davvero un ambiente dinamico e quindi non stiamo facendo davvero molto, da questo punto di vista. Stiamo solo offrendo quello che c'è".

Le mutevoli condizioni meteorologiche dell'ambientazione a mondo aperto di Days Gone, suggerisce Ross, avranno perciò dei riflessi diretti e immediati sull'atteggiamento assunto dal protagonista, Deacon St. John, e naturalmente sulla marea zombesca degli Infetti, producendo effetti che si rifletterrano sulle strategie da attuare in ciascuna missione e sull'approccio adottato nei frangenti legati al free roaming.

Appuntamento al prossimo 26 aprile, quindi, per immergerci nelle atmosfere di Days Gone assieme a tutti gli appassionati di action free roaming e di survival horror su PlayStation 4. Nell'attesa, vi rimandiamo alla lettura dell'intervista concessa a Francesco Fossetti da John Garvin, il direttore creativo dell'ultima epopea post-apocalittica di Sony Bend.

FONTE: GameSpot
Quanto è interessante?
7