DAYSGONE

Days Gone per PC ha un impatto grafico notevole: ecco come gira

di

Seguendo le orme di Death Stranding e Horizon Zero Dawn, anche Days Gone ha smesso di essere un'esclusiva PlayStation debuttando ufficialmente su PC via Steam ed Epic Games Store. Curiosi di saggiare i miglioramenti tecnici operati dagli sviluppatori, abbiamo subito passato sotto la nostra lente d'ingrandimento il porting, rimanendo molto soddisfatti.

I giocatori PC possono ora godersi Days Gone al massimo del suo splendore, libero com'è dagli inciampi della versione PS4, caratterizzata da pop-up e rallentamenti (questi ultimi già ampiamente risolti su PS5 con una patch dedicata). Tra l'altro, per giocare a Days Gone su PC basta davvero poco. La configurazione minima richiede un processore Intel 2500K o AMD FX-6300, accoppiato con una GTX 780 o un Radeon R9 290 con 8 GB di RAM: un hardware che si porta qualche annetto sulle spalle, a conferma dell'ottimo lavoro di ottimizzazione compiuto.

Per la prova abbiamo utilizzato un PC composto da una CPU Ryzen 9 5950X, una GPU NVIDIA RTX 3080 Founders Edition e 16 GB di RAM, il tutto con un monitor ROG PG27UQ da 144 Hz. Sul fronte grafico non abbiamo rinunciato a nulla, sparando al massimo tutte le impostazioni, che permettono di gestire tutti gli aspetti della grafica, dall'illuminazione alla qualità della vegetazione, delle ombre e dell'effettistica. Abbiamo così ottenuto un riscontro estremamente positivo sul fronte delle prestazioni, misurando in media 111 fps in 4K con i dettagli al massimo, che salgono a 150 fps in 1440p e a 198 in 1080p. Valori elevati che non fanno rimpiangere l'assenza del DLSS.

Trovate maggiori dettagli nella Video Analisi allegata in cima a questa notizia e nell'analisi delle prestazioni di Days Gone per PC curata da Alessio Ferraiuolo.

Quanto è interessante?
2