Dead Space: il papà di Resident Evil rimase molto colpito dal gioco di Visceral

Dead Space: il papà di Resident Evil rimase molto colpito dal gioco di Visceral
di

Sul nuovo numero della rivista EDGE è stato pubblicato un reportage dedicato al remake di Dead Space, dalle pagine dell'articolo emerge anche una curiosità su Shinji Mikami, autore di Resident Evil e in seguito di The Evil Within, attualmente al lavoro su Ghostwire Tokyo.

Secondo Glen Schofield (produttore di Dead Space e ora impegnato su The Callisto Protocol) il producer e game designer giapponese era stato invitato da Electronic Arts negli studi di Visceral Games per provare il gioco all'epoca ancora in pieno sviluppo. Mikami apprezzò molto il lavoro svolto definendo il progetto "qualcosa di speciale", parole che Schofield ricorda ancora oggi con estremo piacere.

Il team di sviluppo guadagnò una buona iniezione di fiducia dalle parole positive di Mikami e continuò ad impegnarsi per sviluppare un titolo all'altezza delle aspettative del pubblico e degli addetti ai lavori. Lo sviluppo di Dead Space è stato piuttosto complesso secondo il racconto di Schofield, con il publisher che inizialmente non aveva intenzione di stanziare del budget per una nuova IP horror, il piccolo team iniziale si mise al lavoro e riuscì a convincere l'editore a finanziare il progetto.

Dopo qualche anno di assenza dagli schermi (complici la tiepida accoglienza riservata a Dead Space 3 e la chiusura di Visceral Games) Dead Space tornerà con un remake per PC, PS5 e Xbox Series X/S. Ecco le differenze tra il Dead Space originale e il remake in un video.

FONTE: GR
Quanto è interessante?
4