di

Partendo dagli spezzoni ammirati nel reveal di Dead Space Remake, lo youtuber ElAnalistaDeBits ha realizzato un video confronto con l'horror originario per andare a caccia di indizi sulle analogie e sulle differenze sussistenti tra il kolossal splatter di Visceral Games e la riedizione nextgen firmata da EA Motive.

Il nuovo approfondimento dell'ormai celebre creatore di contenuti specializzatosi in video comparativi pone l'accento sull'impegno profuso dalla sussidiaria canadese di Electronic Arts nel rendere ancora più tetri gli scenari della USG Ishimura.

Attingendo alle risorse grafiche del Frostbite Engine, gli artisti digitali di EA Motive proveranno infatti ad elevare il pathos scenico del già spaventoso Dead Space del 2008 attraverso l'adozione di un sistema di illuminazione volumetrica ai limiti del fotorealismo.

Il video confronto di ElAnalistaDeBits fornisce anche degli inequivocabili indizi sull'intenzione degli sviluppatori del Remake di sfruttare il Frostbite per rendere ancora più terrorizzante l'esplorazione della stazione spaziale invasa dai Necromorfi. Gli emuli di Isaac Clarke, infatti, dovranno fare appello a tutto il proprio coraggio per distogliere lo sguardo da ambientazioni madide di sangue rappreso e superare lo shock per la vista di pavimenti cosparsi di organi umani e brandelli di carne.

Prima di lasciarvi al video raffronto dello youtuber, vi ricordiamo che sulle pagine di Everyeye.it trovate il nostro speciale su Dead Space alle origini dell'horror in attesa del Remake.

Quanto è interessante?
2