di

Ai microfoni di Leo Edit, l'attore Norman Reedus ha ripercorso i successi della sua carriera e discusso dei progetti a cui sta lavorando attualmente: l'interprete di Sam Porter Bridges nell'avventura post-apocalittica Death Stranding svela di essere impegnato nella realizzazione del secondo capitolo!

L'importante anticipazione sullo sviluppo di Death Stranding 2 (o Death Stranding Capitolo 2, a giudicare da quanto suggerito dallo stesso Reedus) viene condivisa dall'attore statunitense ricordando il suo primo incontro con Hideo Kojima e Guillermo del Toro.

Stando a quanto spiegato da Norman Reedus, "mi ci sono voluti forse due o tre anni per completare tutte le sessioni di motion capture. Ci vuole davvero molto lavoro per quel genere di cose. E poi Death Stranding è uscito e ha vinto tutti quei premi. È stata una cosa enorme, quindi abbiamo iniziato a sviluppare la seconda parte".

Alla precisa domanda postagli dal suo intervistatore, Reedus ha ribadito nuovamente che "abbiamo appena iniziato a sviluppare il secondo", riferendosi sempre a Death Stranding e al suo impegno sull'IP. Le dichiarazioni di Reedus, però, vanno lette nel loro contesto: l'intervista concessa dall'attore non si è focalizzata esclusivamente su Death Stranding ma più in generale sulle sue passioni e sui lavori che ha svolto in questi ultimi anni, di conseguenza la doppia citazione sulla "seconda parte" di Death Stranding potrebbe riferirsi semplicemente al suo impegno post-lancio per le missioni aggiuntive di Death Stranding Director's Cut.

A questo punto non ci resta che attendere un chiarimento da parte di Reedus, del team di Kojima Productions o dello stesso Hideo Kojima, specie considerando l'incredibile curiosità che queste dichiarazioni stanno già suscitando in rete tra gli appassionati dell'odissea sci-fi di Sam Bridges.

FONTE: Leo Edit
Quanto è interessante?
12