Death Stranding: l'inizio sarà lento per aiutarci a comprendere meglio il gioco

Death Stranding: l'inizio sarà lento per aiutarci a comprendere meglio il gioco
di

Man mano che ci avviciniamo alla sempre più vicina pubblicazione del titolo, Hideo Kojima sta continuando a rivelare maggiori informazioni legate al suo nuovo ambizioso gioco open world, Death Stranding.

Stando a quanto dichiarato dal game director nipponico durante un'intervista concessa a Game Reactor.eu, Death Stranding potrebbe far sentire smarriti i giocatori, specialmente quando muoveranno i loro primi passi all'interno di questo nuovo mondo interattivo. Le informazioni da apprendere saranno molte, ma per far sì che lo smarrimento non diventi frustrazione, il gioco avrà un inizio particolarmente lento e saprà prendere per mano il giocatore:

"Sì, in sé per sé è un mondo di gioco speciale. Ci sono tantissime informazioni, avrete nuove terminologie, potreste rimanere perplessi nei confronti di tutto questo. Ma non preoccupatevi, quando giocherete il titolo, sarete accompagnati molto lentamente all'inizio. Non è come Terminator o Star Wars. Non c'è nessuna spiegazione o altro. È molto semplice farlo così e io ci riesco, ma la storia progredisce con molta calma. Specialmente nelle fasi iniziali. Vi sentirete persi, ma non disperate: vi abituerete in modo naturale. Il sistema è spiegato.

Alcune persone mi dicono che sembra un po' Alien, dove si scopre gradualmente tutto ciò che riguarda il suo mondo, cosa si può e non si può fare. Forse diventa molto divertente quando avrete completato il 50% del gioco. Il giocatore, per esempio negli shooter ed altri generi, si approccia al titolo già forte di una certa conoscenza e pensa di sapere ciò di cui parla il gioco. Io non ho voluto che ci fosse questa sensazione. Tutti quanti dovrebbero partire da zero. Non sapere come iniziare e come giocare il titolo. Quanto vi ho mostrato vi rende perplessi, ma avrà decisamente senso quando ci giocherete".

Death Stranding sarà pubblicato in esclusiva su PlayStation 4 l'8 novembre 2019. Kojima ha rivelato che il suo nuovo gioco è stato sviluppato nel giro di 3 anni da un team composto da 80 persone. Sulle nostre pagine trovate un'ampia analisi del nuovo video gameplay mostrato al TGS 2019.

Quanto è interessante?
18