Death Stranding non è un gioco stealth, Kojima lo definisce uno "Strand Game"

Death Stranding non è un gioco stealth, Kojima lo definisce uno 'Strand Game'
di

A seguito della pubblicazione del nuovo gameplay trailer che ha svelato la data di lancio del gioco, Hideo Kojima sta continuando a fornire interessanti dettagli riguardo a Death Stranding, l'intrigante e imperscrutabile titolo realizzato tramite il Decima Engine di Guerrilla Games.

Già da diversi mesi avevamo compreso come Death Stranding avrebbe incarnarnato un nuovo tipo di gioco action, il cui obiettivo principale è quello di offrire ai giocatori un'esperienza interattiva originale e innovativa. Hideo Kojima, molto attivo in queste ore su Twitter, ha voluto ribadire il concetto fornendo una precisazione essenziale: pur presentando alcuni elementi del genere, Death Stranding, a differenza di Metal Gear Solid, non può essere considerato uno stealth game.

"Death Stranding non è un gioco stealth. È un gioco action completamente nuovo basato sul concetto della connessione (Strand). Io lo chiamo Social Strand System, o semplicemente Strand Game".

L'autore nipponico ha dichiarato che ogni elemento di gioco, che si parli di narrativa o di gameplay effettivo, porrà le sue radici nel concetto di connessione. L'online asincrono, per esempio, permetterà ai giocatori di rimanere connessi fra di loro supportandosi a vicenda condividendo provviste e rifugi, e seguendo le orme degli altri corrieri nel tentativo di riunificare la civiltà frammentata.

Death Stranding uscirà su PlayStation 4 l'8 novembre 2019. Recentemente è stata messa in discussione l'esclusività detenuta da Sony sul titolo di Kojima Productions.

Quanto è interessante?
20