di

Prosegue la rassegna dedicata alle produzioni indie proposta dal palco virtuale del Guerrilla Collective, che nella cornice offerta dal Summer Game Fest e dall'E3 2021 accende i riflettori sugli sviluppatori indipendenti.

Tra i titoli presenti allo show, troviamo anche Death Trash, open world in pixel art che propone un'immaginario che fonde suggestioni post-apocalittiche, orrore lovecraftiano ed elementi tradizionali del cyberpunk. Sviluppato da un solo autore, col livello creati a mano, la produzione di stampo ruolistico propone come focus principale una campagna single player, ma mette a disposizione del pubblico anche una modalità cooperativa in locale.

Con azione in tempo reale, Death Trash propone combattimenti, approccio stealth e uno sviluppo della trama che transita da scelte multiple. Non mancano poi dinamiche legate al crafting, la possibilità di borseggiare NPC e un ricco inventario da scoprire. La libertà di approccio è totale, con il titolo che può essere completato senza uccidere nessuno oppure compiendo una vera e proprio strage di NPC.

Death Trash al momento non dispone di una data di lancio precisa, ma resta atteso su PC, con pubblicazione via Steam. Nel corso del Guerrilla Collective, sono stati presentati molti titoli, con anche un nuovo trailer di Loot River.

Quanto è interessante?
6