Destiny2

Destiny 2 Oltre la Luce: la mitica Loot Cave è tornata, ma non è più la stessa

Destiny 2 Oltre la Luce: la mitica Loot Cave è tornata, ma non è più la stessa
di

Con il poderoso aggiornamento di Destiny 2 che ha stravolto il Sistema Solare e portato in dote le novità contenutistiche dell'espansione Oltre la Luce, nel kolossal sparatutto di Bungie è tornata la destinazione del Cosmodromo e, con essa, l'opportunità di esplorare la sua leggendaria Loot Cave.

Conosciuta da tutti i fan di lungo corso dell'epopea dei Guardiani, la prima Caverna dei Tesori di Destiny ha consentito a tantissimi giocatori di acquisire velocemente Engrammi Esotici (e quindi equipaggiamento raro o armi potenti) grazie a un grave glitch che forzava il respawn perpetuo di un manipolo di nemici rintanati, appunto, nei meandri inaccessibili di una grotta altrimenti anonima.

I ragazzi di Bungie hanno così deciso di approfittare del ritorno dello scenario a mondo aperto del Cosmodromo, consentito dal lancio del Programma DCV di Destiny 2, per offrire ai Guardiani più nostalgici l'opportunità di rivisitare questo luogo che ha ospitato innumerevoli battaglie.

L'unico tesoro nascosto nella "nuova" Loot Cave di Destiny 2 Oltre la Luce, oltre a una cassa speciale della destinazione del Cosmodromo, è però quello rappresentato dallo scrigno dei ricordi da poter riaprire ascoltando la voce ultraterrena che riecheggia nella grotta e che ricorda come "un milione di morti non sono sufficienti per il Maestro Rahool" agli utenti che, incuriositi dalla pila di esoscheletri dell'Alveare, vi si avvicinano per "disturbarne le spoglie".

Prima di lasciarvi ai commenti, ricordiamo a chi ci segue che sulle nostre pagine trovate uno speciale sull'Oscurità arrivata con Destiny 2 Oltre la Luce, con tanti spunti di riflessione sulla novità narrativa (e ludica) più importante del DLC che inaugura l'Anno 4 e le attività della Stagione della Caccia di Destiny 2.

Quanto è interessante?
4