DICE: quest'anno, circa 40 dipendenti hanno lasciato la compagnia

DICE: quest'anno, circa 40 dipendenti hanno lasciato la compagnia
INFORMAZIONI GIOCO
di

Stando ad un articolo apparso sul sito svedese DiGITAL, dall'inizio del 2018 quasi 40 dipendenti hanno lasciato DICE, compagnia nota soprattutto per le serie Battlefield e Star Wars Battlefront.

Il dato è stato estrapolato da un'analisi condotta su Linkedin, e secondo diverse fonti potrebbe essere anche più alto. Alcune di queste persone hanno lavorato in DICE per oltre 10 anni prima di abbandonare la compagnia. Sono due i fattori che hanno contribuito a provocare questa perdita di personale. Innanzitutto, sia Epic Games che Ubisoft hanno aperto delle filiali a Stoccolma, mentre altre compagnie già stanziate sul territorio, come King e Paradox Interactive, sono cresciute moltissimo negli ultimi tempi. Pare che queste abbiano richiamato a sé molti degli sviluppatori: almeno 13 sono passati ad Ubisoft, mentre altri 8 si sono uniti a Paradox.

L'altro motivo va ricercato nel pessimo lancio di Star Wars Battlefront 2 avvenuto nel novembre dello scorso anno, che fu circondato da innumerevoli polemiche scatenate dal discusso sistema di progressione. Le microtransazioni vennero subito rimosse, ma la popolarità della serie scese ai minimi storici e gli sviluppatori dovettero lavorare tantissimo per riprogettare il tutto. È stata definita come una vera e propria débâcle: per i dipendenti fu un periodo davvero duro, pertanto alcuni hanno preferito lasciare. Il nuovo sistema di progressione debuttò poi a marzo di quest'anno, mentre le microtransazioni tornarono il mese dopo, esclusive per oggetti estetici.

FONTE: ResetEra
Quanto è interessante?
6