di

Digital Foundry ha pubblicato una nuova video analisi di Gears of War 2, elogiando il supporto ai 4K ottenuto su Xbox One X. La redazione inglese ha realizzato anche una retrospettiva sulla serie, commentando l'evoluzione dell'Unreal Engine 3.

Come visto con altri giochi per Xbox 360 del calibro di The Witcher 2, la retrocompatibilità su Xbox One X permette di rigiocare al meglio con alcuni titoli della scorsa generazione, incrementando notevolmente la risoluzione e stabilizzando ancora di più il frame rate. Nel caso di Gears of War 2, la console premium di Microsoft riesce a gestire il gioco a 4K nativi e a 30fps granitici, offrendo un colpo d'occhio che continua a difendersi molto bene anche a distanza di quasi 10 anni.

A tal proposito, Digital Foundry ha voluto realizzare una retrospettiva sui tre capitoli di Gears of War usciti su Xbox 360, ricordandoci come la serie abbia saputo offrire un impatto grafico davvero notevole. Il primo titolo della saga, in particolare, fu uno dei giochi più rappresentativi del salto generazionale, grazie a un comparto visivo che riusciva a segnare un balzo evidente rispetto alle console precedenti.

In cima alla notizia trovate il nuovo video speciale di Digital Foundry, in cui potete apprezzare anche un confronto tecnico tra i vari capitoli di Gears of War.

Quanto è interessante?
8