Dying Light 2: quando esce, storia e gameplay, tutto quello che c'è da sapere

Dying Light 2: quando esce, storia e gameplay, tutto quello che c'è da sapere
di

Dying Light 2 è stato rinviato al 2022, tuttavia molto è già stato detto sul seguito del riuscito primo capitolo della serie Techland: tra gameplay, mondo di gioco e storia, una discreta dose dell’esperienza zombie polacca è già nelle nostre mani. Ecco cosa sappiamo sul nuovo, atteso capitolo.

Quando esce Dying Light 2?

Dying Light 2 uscirà il 4 febbraio 2022 su PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X|S e PC. Oltre all’edizione standard, sarà disponibile una Deluxe Edition, un'Ultimate Edition ed una Collector’s Edition, con una statua dedicata. Per approfondire ecco tutti i contenuti delle edizioni speciali di Dying Light 2.

Dying Light 2: mondo di gioco e storia

Il racconto dell’epopea non morta inizia 20 anni dopo gli eventi di Harran: il 98% della popolazione è morta e il mondo ha perso la battaglia contro il virus, precipitando in un moderno medioevo in cui gli ultimi esponenti della civiltà umana combattono per vedere un nuovo giorno. La Città è uno degli ultimi insediamenti a svolgere il ruolo di baluardo, ma è reclamata da numerose fazioni che se ne contendono le risorse. Senza contare gli orrori famelici delle orde di morti, che infettano le strade notturne e gli anfratti più nascosti dei grattacieli. In questo scenario impersoniamo Aiden Calwell, un viandante che arriva nella megalopoli in cerca di tracce del suo passato. Nel corso della sua avventura il giocatore sarà costretto a fare delle scelte, favorendo di volta in volta uno degli schieramenti: Peacekeeper, Sopravvissuti e Rinnegati. Bivi non soltanto narrativi, ma in grado di alterare pesantemente l’estetica e la morfologia della Città.

Dying Light 2: il gameplay

Le meccaniche di gioco dell’opera firmata Techland ampliano quelle già apprezzate nel capitolo originale. Il parkour si rivela ancora una volta l'elemento chiave utile sia per muoversi in verticale, sia per sfruttarne le abilità durante gli scontri. Anche in Dying Light 2, infatti, le armi da fuoco non saranno comuni, e saremo spesso costretti a fare uso di strumenti di morte artigianali. L’anima action del titolo sfrutterà pesantemente le dinamiche acrobatiche per costruire un combat system frenetico, in cui il contesto ambientale servirà al giocatore da alleato, consentendogli di aggirare, scavalcare e neutralizzare i suoi nemici.

Sebbene gli essere umani assumeranno un ruolo più marcato nelle sfide, i numerosi e letali infetti della Città continueranno a rappresentare il nucleo horror e survival del progetto. Volatili, Suicidi, Ululatori, Goon sono solo alcuni dei tipi di mostruosità che saremo costretti ad affrontare. Pericoli che aumenteranno esponenzialmente durante la notte, dove la fuga sarà spesso l’unica azione disponibile, magari aiutata dalla fidata luce al neon, in grado di rallentare i nostri feroci inseguitori.

Se desiderate scoprire qualcosa in più sull'apocalisse zombie, ecco la nostra più recente anteprima di Dying Light 2.

Quanto è interessante?
3