di

Lo stupendo stile visivo e la paletta dei colori adottati da Nintendo per The Legend of Zelda: Breath of the Wild sono già diventati iconici. Un modder, tuttavia, ha provato ad immaginare come sarebbe il titolo se fosse privo di uno dei suoi tratti distintivi, ovvero il cel shading.

Per chi non lo sapesse, il cel shading è una tecnica che mira a rendere i modelli 3D non fotorealistici, impiegando tinte unite e bordi neri che simulano un disegno fatto a mano. Il modder in questione, che su YouTube è conosciuto come Arkh Longstride, ha completamente disabilitato quest'effetto. A tal fine, ha utilizzato una versione emulata con CEMU di The Legend of Zelda: Breath of the Wild per Nintendo Wii U.

Ad essere precisi, ha aggiunto anche un bel po' di altri effetti e accorgimenti: sulla sua macchina da gioco composta da una CPU I7 7700k e un GPU NVIDIA RTX 2080ti ha incrementato la risoluzione fino a 4300x1800 (21:9) e ha migliorato il le ombre, la distanza di visualizzazione, gli effetti di fumo e molto altro ancora. Potete ammirare il risultato nel video allegato in cima a questa notizia. Cosa ne pensate? Vi piacerebbe giocare a Breath of the Wild in questo modo? Fatecelo sapere nei commenti!

Quanto è interessante?
10