Eight Days: troppo ambizioso per esistere! Vi ricordate il blockbuster PS3 cancellato?

di

Riscopriamo la storia produttiva di Eight Days, un gioco esclusivo per PlayStation 3 che avrebbe dovuto riscrivere la storia dell'industria videoludica per l'esperienza di stampo hollywoodiano promessa dai suoi autori ma che, anche in ragione di queste spropositate ambizioni, è stato prematuramente cancellato.

Sin dalla sua prima comparsa sul teatro mediatico, avvenuta nel corso della conferenza di Sony all'E3 2006, Eight Days riuscì a catturare le attenzioni degli appassionati per le atmosfere imponenti e le frenetiche scene action ricreate da London Studio.

Eppure, dopo soli due anni dalla presentazione, Sony decise di bloccarne lo sviluppo e di riorganizzare la propria sussidiaria britannica affidandogli diversi incarichi tra SingStar, EyeToy ed esperienze interattive in Realtà Virtuale per PlayStation VR come Blood & Truth: perché Eight Days è stato cancellato?

I motivi che hanno spinto il colosso tecnologico giapponese a decidere la dolorosa chiusura di questo progetto sono stati molteplici, come abbiamo potuto scoprire grazie ai resoconti offerti dagli sviluppatori e ai report giornalistici che, dal 2006 ad oggi, hanno contribuito a ricostruire le tappe fondamentali del processo di sviluppo e le cause della sua conclusione.

In questo video andremo quindi a riannodare il filo dei ricordi per rivivere le emozioni del reveal di Eight Days e scoprire le ragioni della sua prematura fine tra difficoltà di sviluppo, direzioni creative divergenti e la palese impossibilità di garantire un gameplay rapportabile alle scene pre-renderizzate, e pesantemente scriptate, del filmato d'annuncio.

Quanto è interessante?
3