Electronic Arts: il caso Battlefront 2 ha cambiato il nostro modo di fare giochi

Electronic Arts: il caso Battlefront 2 ha cambiato il nostro modo di fare giochi
di

Parlando ai microfoni di Gamesindustry, Matt Bilbey di Electronic Arts si è espresso sulle polemiche che hanno accompagnato il lancio di Star Wars Battlefront 2 l'anno scorso, spiegando come hanno spinto la compagnia a cambiare il proprio modo di realizzare giochi.

Star Wars Battlefront 2 venne criticato dalla community per il suo sistema di microtransazioni e per le loot box, spingendo Electronic Arts a prendere in seria considerazione il malcontento dell'utenza. La compagnia si è vista costretta a fare un passo indietro, fino a cambiare il proprio approccio allo sviluppo dei giochi.

"Ho gestito internamente un team con [il capo progettista EA Patrick Soderlund] post-Battlefront per ridisegnare il nostro framework di sviluppo e le piattaforme di testing, in modo da fornire ai nostri team una guida - una 'bussola morale' da seguire durante i lavori tenendo a mente gli obiettivi fondamentali: realizzare giochi equi che sappiano offrire un divertimento autentico." spiega Matt Bilbey.

Come possiamo intuire dalle parole di Bilby, dunque, adesso i team di Electronic Arts vengono assistiti dalla compagnia per non ripetere gli stessi errori di Battlefront 2, con l'obiettivo di andare incontro alle aspettative e alle esigenze dei giocatori.

Tra i prossimi titoli Electronic Arts in arrivo ricordiamo Battlefield 5 (previsto per il 19 ottobre) e Anthem (in uscita il 22 febbraio 2019).

Quanto è interessante?
11