Electronic Arts promette nuove IP per tutte le piattaforme, interesse nel Cloud e nei F2P

Electronic Arts promette nuove IP per tutte le piattaforme, interesse nel Cloud e nei F2P
di

A seguito della presentazione degli ultimi risultati finanziari di Electronic Arts, il CEO Andrew Wilson e il CFO Blake Jorgensen hanno parlato tra le altre cose dell'arrivo di nuove IP e della possibilità di sperimentare nuove tecnologie e strategie di monetizzazione.

Electronic Arts fa sapere di essere al lavoro su "nuove ip per tutte le piattaforme", inoltre si fa presente come Motive sia al lavoro su un un progetto inedito e che Respawn sta sviluppando un secondo titolo oltre a Star Wars Jedi Fallen Order, quest'ultimo atteso per l'anno fiscale 2020 (ovvero nel periodo che va da aprile 2019 a marzo 2020).

Wilson e Jorgensen affermano poi di aver imparato molto da Star Wars Battlefront 2 e assicurano che la compagnia non ripeterà gli stessi errori con Battlefield V e con i futuri titoli della line-up, a testimonianza del fatto che i feedback della community vengono sempre tenuti in assoluta considerazione dall'azienda. EA ha già cambiato i propri valori produttivi per evitare il ripetersi di una situazione simile a quella capitata lo scorso inverno con lo sparatutto targato DICE.

I due esecutivi di EA affermano poi che l'azienda "guarda con interesse" al mercato dei Free-To-Play, al supporto Cross-Play e al Cloud, sebbene al momento non ci sia nulla da annunciare a riguardo. Electronic Arts ha riscosso un buon successo sul mercato mobile con i suoi giochi F2P e FIFA Online (molto popolare in Asia), questo modello di business fatica però a decollare su console, difficile dire quindi se ci saranno massicci investimenti in tal senso.

Quanto è interessante?
5