Epic Games Store: la politica aggressiva sulle esclusive genera polemiche

Epic Games Store: la politica aggressiva sulle esclusive genera polemiche
di

L'apertura dell'Epic Games Store, avvenuta durante la cerimonia dei Game Awards 2018, è accompagnata dalle proteste di una fetta consistente della community di giocatori su PC per l'aggressività della politica commerciale adottata da Epic con i primi titoli inseriti nel catalogo del suo nuovo negozio digitale.

Il resoconto offertoci dai colleghi di Gamerant ci aiuta a fotografare la situazione e fornisce degli interessanti spunti di riflessione sulle polemiche divampate attorno a due dei videogiochi proposti da Epic nel proprio Store, ossia Satisfactory e Ashen.

Il primo, un sandbox spaziale realizzato da Coffee Stain, è stato per diversi mesi sulle pagine di Steam e gli appassionati del genere che ne attendevano l'uscita sullo store di Valve non hanno ricevuto le doverose precisazioni da parte degli sviluppatori che, in concomitanza con l'apertura dell'Epic Games Store, hanno provveduto a cancellare la pagina Steam di Satisfactory senza rilasciare alcuna dichiarazione.

Il secondo, infine, sarebbe dovuto rientrare nel servizio di Microsoft legato a Xbox Play Anywhere in virtù dell'ingresso degli studios di Annapurna Interactive nel programma ID@Xbox: tale promessa, però, non è stata mantenuta e il titolo, pur essendo stato lanciato sia su PC che su Xbox One, non sfrutta tale funzionalità.

La promozione che permetterà agli iscritti allo store Epic di scaricare gratuitamente Subnautica dal 14 al 27 dicembre promette di inasprire ulteriormente i toni della polemica, specie in virtù del fatto che l'ultima avventura sci-fi di Unknown Worlds ha raggiunto la versione finale solo da pochi giorni ed è proposta a prezzo pieno su Steam, PS4 e Xbox One.

FONTE: Gamerant
Quanto è interessante?
8

Scopri le migliorie offerte del Black Friday 2018: sconti e promozioni per risparmiare sui tuoi acquisti!