Esport

ESL Italia chiuderà il 2019 con il botto: nasce L'Esport Fest

ESL Italia chiuderà il 2019 con il botto: nasce L'Esport Fest
di

Poco meno di un mese fa, prima che tutto si fermasse per la consueta pausa agostana, vi abbiamo anticipato che l'esport tricolore avrebbe infiammato gli ultimi mesi di questo intenso 2019 con una stagione autunnale di grande spessore.

Gli appuntamenti in calendario sono già molti e tutti segnati in rosso: Milan Games Week (con la finale dell'ESL Vodafone Championship, il torneo internazionale 5G con PUBG Mobile e Asphalt, le finali del campionato GT); Lucca Comics & Games, con la Cattedrale già in attesa dei campioni di Quake, League of Legends (con l'Euro Cup) e un titolo misterioso che sta già dando adito ai primi pettegolezzi.

A fianco degli eventi appena citati, la vera sorpresa autunnale – stando ai canali di ESL Italia – sarà la nascita del primo campionato targato PlayStation. Scavando a fondo, abbiamo scoperto qualcosa in più.

ESL e ProGaming Italia organizzeranno una fiera unica nel suo genere, per il nostro Paese, completamente dedicata all’esport. La volontà, dunque, è quella di recuperare il format Videogameshow (chi se lo ricorda?) e ampliarlo, creando qualcosa di fresco che porterà a una piccola, grande rivoluzione per il settore.

Il nome, che è tutto un programma, sarà Esport Fest.

La location prescelta sarà quella delle grandi occasioni: si tratta del Palazzo dei Congressi di Roma che, il 7 e l’8 dicembre sarà aperto al pubblico. La Capitale, al di là del Romics, ha vissuto davvero pochissimi momenti di esport nella sua storia e, una location così prestigiosa (in pieno EUR, vicinissima alla metropolitana), potrebbe davvero accendere la scintilla della passione per il gaming competitivo.

All’interno di Esport Fest, si terranno match live con i migliori team italiani, oltre a panel e incontri con i più grandi protagonisti del palcoscenico esport italiano ed internazionale, come imprenditori e coach; showmatch tra influencer e pro player e addirittura uno spazio dedicato al retrogaming.

Infine, per i visitatori che prenderanno parte alla manifestazione, verrà dato spazio a eventi aperti a tutti (“free for all”), nonché a offerte esclusive dedicate a mechandise e videogiochi.

Sarebbe davvero un bel colpo per ESL, per l’esport italiano e, soprattutto, per la Città Eterna.

Roma caput mundi anche nell'esport? Il potenziale c'è, ora si deve concretizzare.

Quanto è interessante?
2