di

A meno di un mese dal lancio delle sue console next-gen, Microsoft continua a decantare i benefici della retrocompatibilità di Xbox Series X|S. Grazie alla potenza aggiuntiva offerta dall'architettura di ultima generazione, i giochi nati su Xbox One godranno di vita nuova grazie ad un framerate superiore e/o più stabile.

Sfruttando la CPU, la GPU e la maggior memoria RAM a sotto al cofano di Xbox Series X ed S, "il team che si occupa della retrocompatibilità ha sviluppato nuovi metodi per raddoppiare in maniera effettiva il framerate su titoli selezionati". È il caso, ad esempio, di Fallout 4: il gioco Bethesda, azienda recentemente entrata a far parte della famiglia Xbox Studios, è in grado di girare a 60fps su Xbox Series S e X: il video allegato in cima a questa notizia, nello specifico, mostra una tech demo del GDR post-apocalittico in azione su Xbox Series S, che grazie ad un prezzo di lancio pari a 299,99 euro rappresenterà la più accessibile delle due future console.

Ci troviamo dinanzi ad un aumento consistente delle performance, a tutto vantaggio della giocabilità. Come dicevamo, in ogni caso, il raddoppio del framerate non sarà appannaggio di tutti i giochi: "Nonostante non sia applicabile ad alcuni titoli a causa della fisica e delle animazioni originali, queste nuove tecniche che il team ha sviluppato consentiranno ai motori grafici d renderizzare in maniera più veloce, in modo da fornire un'esperienza più fluida di quella resa possibile dall'originale a causa delle restrizioni hardware".

Quanto è interessante?
12