Esport

Febbre da VALORANT: le organizzazioni iniziano a reclutare

Febbre da VALORANT: le organizzazioni iniziano a reclutare
di

Keven "AZK" Larivière ha firmato per i T1 Esports: si unirà al neo formato team di pro player che si dedicheranno a VALORANT. Il ragazzo si unirà all'ex compagno di squadra Braxton "Brax" Paulson. Entrambi sono ex professionisti di CS:GO. Non potrebbe essere altrimenti, date le caratteristiche del titolo Riot.

"Siamo entusiasti di dare il benvenuto nel team VALORANT ad AZK, che si aggiunge a Brax e Kurt", ha dichiarato al portale ESPN Joe Marsh, CEO dei T1. "Quando abbiamo assunto Brax come primo professionista VALORANT, sapevamo che sarebbe stato determinante nella creazione di un roster di alto livello e AZK è stato uno dei primi giocatori che ci ha indicato...Siamo fiduciosi che le skill in CS:GO di AZK si adatteranno bene al nuovo titolo. Siamo curiosi e fiduciosi di vedere la sinergia del team per far diventare il team di VALORANT uno dei più vincenti al mondo".

AZK, assieme al compagno Brax, ha dei precedenti poco limpidi nella sua esperienza in CS:GO. Nel 2015 i due ricevettero un ban permanente da tutti gli eventi del titolo Valve, a seguito di uno scandalo che riguardava partite truccate.

I due giocatori si sono arabattati in questi cinque anni giocando in squadrette amatoriali ma non sono mai tornati a calcare i palchi che contano. Vedremo se la nuova esperienza regalerà loro una nuova possibilità.

Intanto, VALORANT ha calamitato l'attenzione del mondo intero, ottenendo al suo debutto numeri incredibili: oltre 1.7 milioni di spettatori su Twitch. Questo numero lo porta in top 3 dei titoli più visti sulla piattaforma Amazon della storia.

Quanto è interessante?
1