di

Dopo aver promesso altre novità in Final Fantasy XIV anche dopo Endawlker, il game director dell'MMO di Square Enix ha rivolto un importante messaggio alla community.

Intervenuto come ospite ai microfoni dell'emittente radiofonica giapponese Radio Mog Station, Naoki Yoshida ha dedicato parte del suo intervento al tema della tossicità. "Ovviamente sono grato e riconoscente del fatto che i giocatori ci suggeriscano di fare una cosa piuttosto che un'altra o di modificare alcuni aspetti del titolo, - ha evidenziato il volto di Final Fantasy XIV - ma desideriamo che gli abusi verbali cessino".

In vista dei nuovi annunci per Final Fantasy XIV previsti per febbraio, Naoki Yoshida ha posto l'accento sull'atteggiamento adottato da parte dei giocatori nei confronti del team di sviluppo. Negli ultimi tempi, e in particolare dall'annuncio del posticipo dell'espansione Endwalker, quest'ultimo sembra aver avuto una deriva poco rassicurante, con modalità d'espressione irrispettose e violente nei confronti degli autori di Final Fantasy XIV. Una questione grave, poiché, evidenzia Yoshida, non tutti gli sviluppatori riescono a ignorare tali atteggiamenti, e possono come conseguenza sviluppare una forte sofferenza.

"Quindi ho un'unica richiesta da rivolgere ai giocatori. - ha concluso Yoshida - Per favore, prima di inviare un feedback, immaginate di star parlando di persona con uno sviluppatore del quale non conoscete né il nome né l'aspetto e immaginate quale sarebbe la sua reazione alle vostre parole. Sarei felice se le persone potessero fare tutto questo in maniera educata.".

FONTE: Resetera
Quanto è interessante?
5