Final Fantasy 7 Remake: spedizioni anticipate in Europa a causa dell'emergenza Coronavirus

Final Fantasy 7 Remake: spedizioni anticipate in Europa a causa dell'emergenza Coronavirus
di

La complessa situazione internazionale venutasi a creare in seguito al diffondersi dell'epidemia di Coronavirus/COVID-19 in moltissimi Paesi del mondo determina forti incertezze per gli attori economici.

Tra questi ultimi rientrano ovviamente anche le software house, molte delle quali stanno attualmente monitorando con attenzione l'evolversi dell'emergenza e le conseguenti normative adottate dai diversi Stati. Particolarmente coinvolti in questo processo sono, ovviamente, i team in procinto di portare la propria nuova produzione videoludica sul mercato internazionale. Tra le grandi uscite delle prossime settimane figura Final Fantasy 7 Remake, il cui debutto ufficiale è fissato per la giornata del 10 aprile.

Le diverse limitazioni alla circolazione adottate in Europa e non solo hanno dunque spinto Square Enix ad aggiornare il proprio pubblico con frequenza. Nelle ultime ore, in rete hanno tuttavia fatto la propria comparsa copie di Final Fantasy 7 Remake nelle mani dei videogiocatori. Un evento che assume un nuovo contesto in seguito alla recente comunicazione da parte di Square Enix. Disponibile in calce in versione integrale, questo breve comunicato annuncia che le consegne per Europa e Australia sono state spedite con significativo anticipo, nella speranza che tutti i giocatori possano ricevere la propria copia del JRPG in tempo per il 10 aprile.

Nel rendere nota l'informazione, Square Enix ha rivolto un sentito appello alla community, perché assuma un atteggiamento rispettoso nei confronti dei colleghi giocatori ed eviti dunque di fare spoiler. Se è vero infatti che la trama di Final Fantasy 7 è più che nota da decenni, afferma il team di sviluppo, il gioco include comunque alcune sorprese, che ogni appassionato vorrà vivere in prima persona, senza informazioni pregresse.

Quanto è interessante?
13