di

Tra la fine del 2019 e questi primissimi giorni del 2020 abbiamo assistito ad una lunga serie di rinvii per quanto riguarda uscite videoludiche di grosso calibro. Cyberpunk 2077 è stato rimandato a settembre ma il gioco di CD Projekt RED è solamente l'ultimo di una lista ben nutrita.

Iniziamo citando DOOM Eternal, il gioco Bethesda era atteso per lo scorso mese di novembre ma arriverà invece solamente a marzo di quest'anno. Impossibile poi non nominare The Last Of Us Parte 2, atteso per febbraio e ora previsto per la fine di maggio, in lista anche un poker targato Ubisoft con Watch Dogs Legion, Gods & Monsters, Rainbow Six Quarantine rimandati ad un non meglio precisato periodo dell'anno e Skull & Bones in arrivo non prima del 2021/2022.

A questo elenco si aggiungono poi i rinvii annunciati questa settimana: Final Fantasy VII Remake slitta da marzo ad aprile mentre Cyberpunk 2077 e Marvel's Avengers arriveranno entrambi a settembre anzichè ad aprile e maggio come inizialmente previsto. Rimandato a data da destinarsi il multiplayer di Cyberpunk 2077, secondo quanto dichiarato da CD Projekt RED quest'ultimo uscirà indicaticamente nel 2022 probabilmente come gioco standalone, anche se i metodi di distribuzione non sono ancora chiari.

Cosa ne pensate di questa sequenza di rinvii per giochi molto attesi? Siete disposti ad aspettare qualche mese in più per avere un gioco di qualità superiore o pensate si tratti solamente di ritardi dovuti a mosse di marketing dei publisher?

Quanto è interessante?
11