Final Fantasy Origin, male le vendite in Giappone: è il quarto peggior spin-off di sempre

Final Fantasy Origin, male le vendite in Giappone: è il quarto peggior spin-off di sempre
di

Partenza a singhiozzo per Final Fantasy Origin sul suolo nipponico. Sebbene in realtà Stranger of Paradise Final Fantasy Origin sia primo nelle vendite giapponesi, i risultati complessivi evidenziano un quadro poco lusinghiero per il titolo realizzato da Team Ninja per conto di Square-Enix.

Con le sue 46.849 copie vendute complessivamente tra le versioni PS5 e PS4, siamo davanti al quarto peggior spin-off della serie in termini di vendite. I dati non tengono tuttavia conto delle copie digitali e potrebbero quindi essere molto più alti, in ogni caso a fare peggio troviamo solamente Final Fantasy Fables: Chocobo's Dungeon per Wii, Final Fantasy Crystal Chronicles: The Crystal Bearers sempre per Wii, e Final Fantasy Fables: Chocobo Tales per Nintendo DS, tre titoli che nella loro prima settimana di commercializzazione hanno registrato dati più bassi rispetto all'avventura con protagonista Jack Garland.

Considerato tuttavia che siamo davanti a un franchise che conta centinaia di giochi tra principali e spin-off, il dato è indubbiamente poco lusinghiero. Anche per il Team Ninja, inoltre, si tratta di un passo indietro, considerato che i suoi due Nioh hanno entrambi venduto più del doppio al debutto rispetto a Stranger of Paradise. Di sicuro la qualità generale della produzione, in particolare sul versante tecnico con, ad esempio, gravi problemi tecnici nella versione PC di Stranger of Paradise Final Fantasy Origin, non ha aiutato il gioco a farsi una nomea più allettante.

Restano comunque da scoprire i risultati in ambito digitale e, soprattutto, le vendite occidentali, ma per il momento Jack deve accontentarsi di una partenza al rallentatore.

Quanto è interessante?
4