Senza Ninja e Tfue, crollano le visualizzazioni dei canali Twitch di Fortnite a settembre

Senza Ninja e Tfue, crollano le visualizzazioni dei canali Twitch di Fortnite a settembre
di

Nonostante l'impegno profuso da Epic Games nel supportare attivamente Fortnite con la pubblicazione di contenuti e update sempre nuovi, il fenomeno videoludico più importante degli ultimi anni sembra essere entrato in un periodo di crisi, quantomeno sul lato dell'interesse manifestato dai propri fan su Twitch.

In base alle rilevazioni effettuate dagli analisti del portale SullyGnome, infatti, nella prima metà del mese di settembre i canali Twitch di Fortnite hanno registrato la media più bassa di spettatori dall'inizio del 2018, ossia agli albori del fenomeno del battle royale gratuito di Epic.

Con una media giornaliera di meno di 90.000 utenti connessi in contemporanea, i canali di Fortnite hanno coinvolto negli ultimi sette giorni meno appassionati di CS: GO, League of Legends e World of Warcraft, così come degli streamer che si stanno cimentando con le sfide (e gli easter egg) del nuovo sparatutto a mondo aperto Borderlands 3 e dei partecipanti alla beta multiplayer di Call of Duty Modern Warfare.

Secondo gli analisti di settore, a determinare il brusco calo nelle visualizzazioni ai canali Twitch di Fortnite, e quindi dell'interesse degli appassionati verso l'iconico battle royale di Epic Games, è stata l'assenza dalla piattaforma di streaming di proprietà di Amazon di Ninja e Tfue. Sia Tyler Blevins che il pro player ex FaZe Clan, infatti, vantavano una media giornaliera di circa 30.000 spettatori connessi in simultanea.

Con il passaggio di Ninja su Mixer e la pausa di Tfue da Twitch, il basso coinvolgimento degli utenti di Twitch sui canali di Fortnite registrato in questo ultimo periodo potrebbe ripetersi nei prossimi mesi, con conseguenze sui futuri update di Fortnite e sulle contromosse nel medio-lungo periodo attuate da Epic Games che saranno tutte da valutare.

FONTE: SullyGnome
Quanto è interessante?
4