Esport

Fortnite ed eSport: di cosa ha realmente bisogno il Battle Royale targato Epic Games?

di

Ieri vi abbiamo dato conto dell'annuncio di Epic Games che si impegnerà a investire ben 100 milioni di Dollari per finanziare la scena esport di Fortnite.

Nonostante il gioco non possieda una scena competitiva formalmente riconosciuta, l'annuncio non ha fatto altro che confermare di come la trasformazione di Fortnite in un titolo esport “fatto e finito” sia solo questione di (poco?) tempo.

Alcune delle più grandi organizzazioni professionistiche tra cui FaZe Clan, Team SoloMid, Red Reserve e molte altre, hanno già reclutato alcuni dei migliori talenti di Fortnite del mondo. In molti potrebbero obiettare che Fortnite, nel suo stato attuale, non è pronto per irrompere sulla scena competitiva. Effettivamente, l'evento organizzato da Ninja a Las Vegas non possiamo considerarlo propriamente “esport”, anche se i crismi ci sono stati (quasi) tutti.

Cosa manca, dunque, a Fortnite per entrare nel munifico mondo competitivo?

Partite private / personalizzate: È necessario un matchmaking privato e personalizzato per tornei e altri eventi competitivi. Inoltre, la possibilità di sfruttare questa funzionalità, permetterebbe ai team professionisti di giocare assieme per allenarsi tra loro come si deve.

Una tabella punteggio tutta nuova: Un sistema di punteggio studiato e strutturato permetterebbe ai giocatori di tenere una traccia maggiormente precisa delle proprie performance come uccisioni, vittorie, danni inflitti, tempo totale in vita e così via.

Apposito ruleset: Ora la scena competitiva di Fortnite si limitai a tornei online con regole improvvisate dagli organizzatori e che variano di molto a seconda di chi li ospita. Ovviamente la formazione di una scena competitiva non può prescindere dalle solide basi offerte da un sistema di regole ad hoc, valido in tutti gli eventi organizzati o sponsorizzati da Epic Games. Questo per tutelare tutte le parti coinvolte. Ciò consentirà a giocatori e team di definire e uniformare il loro modus operandi e modificare i loro stili di gioco di conseguenza, al fine di adeguarsi a regole ufficiali uniformi ed evitare che sorgano problemi dovuti a interpretazioni eclettiche e poco chiare.

Ridurre il fattore RNG: Fortnite, come altri, utilizza un sistema RNG (Random Number Generator) per determinare ciò che avviene nel gioco, tra cui il bullet registration e il looting. Ridurre il fattore “casuale” del gioco contribuirebbe a renderlo più coerente per una futura scena professionale.

Fortnite League: avere un campionato ufficiale, per Fortnite, creerebbe una base stabile per la crescita della scena competitiva. Si potrebbe pensare a un campionato in franchising, al pari della Overwatch League e di League of Legends, oppure un sistema molto simile a quello di Call of Duty o Rainbow Six Siege di promozione / retrocessione.

Quanto è interessante?
4

Su Amazon.it trovi il pacchetto PlayStation 4 Pro con Fortnite, V-Buck gratis e una skin esclusiva in offerta a prezzo speciale di 406.99 euro, solo per un periodo limitato!

Fortnite

Fortnite
Aggiungi in Collezione
  • In Uscita su
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • iPhone
  • iPad
  • Mobile Gaming
  • Switch
  • Date di Pubblicazione
  • Pc : 25/07/2017
  • PS4 : 25/07/2017
  • Xbox One : 25/07/2017
  • iPhone : 15/03/2018
  • iPad : 15/03/2018
  • Switch : 12/06/2018
  • Genere: Azione
  • Sviluppatore: Epic Games
  • Publisher: Epic Games
  • Pegi: 16+
  • Lingua: Tutto in Inglese
  • Sito Ufficiale: Link
  • Costo Digidelivery: 59,99 €
  • Link Download: Link
  • Multiplayer Online: Multiplayer online oltre i 32 Giocatori
  • Mod. Cooperativa: Multiplayer Cooperativa Online

Che voto dai a: Fortnite

Media Voto Utenti
Voti: 618
8.2
nd