Furukawa: in futuro Nintendo potrebbe non produrre più console casalinghe

Furukawa: in futuro Nintendo potrebbe non produrre più console casalinghe
INFORMAZIONI GIOCO
di

Mentre continuano a moltiplicarsi in rete le voci di corridoio legate al lancio nel 2019 di versioni "Lite" e "Pro" di Nintendo Switch, il nuovo presidente della casa di Kyoto, Shuntaro Furukawa, ha illustrato ai giornalisti di Nikkei la visione a medio-lungo termine della compagnia nipponica.

In risposta a una domanda riguardante i fattori di rischio associati allo sviluppo di software per una sola piattaforma (in questo caso Switch), Furukawa ha spiegato che Nintendo si trova "nel settore dell'industria videoludica e non c'è molto che possiamo fare in tal senso per ridurre i rischi, il nostro principio guida è quello di offrire ai nostri clienti dei metodi innovativi e unici per diversirsi coi nostri giochi".

Quanto al doppio impegno di Nintendo come produttrice di console e sviluppatrice di videogiochi, il nuovo boss della grande N ha ribattuto con un eloquente "non siamo 'fissati' sulle nostre console. Al momento offriamo la nostra 'Esperienza Nintendo' con Switch e il relativo software ma le tecnologie cambiano. Continueremo a pensare in maniera flessibile su come fornire questa esperienza nel corso del tempo".

"Nel lungo termine, forse la nostra attenzione come azienda potrebbe spostarsi dalle console domestiche ad altri settori, per noi la flessibilità è importante quanto l'ingegno", è la vera e propria bomba mediatica che Furukawa decide di sganciare durante l'intervista, con un commento finale che suggerisce la direzione che potrebbe prendere Nintendo nel corso dei prossimi anni: "Mi piacerebbe aumentare la quantità di giochi su smartphone che hanno un flusso costante di entrate".

Quanto è interessante?
22