Game Pass 'anche su console PlayStation e Nintendo': il futuro secondo il CFO di Xbox

Game Pass 'anche su console PlayStation e Nintendo': il futuro secondo il CFO di Xbox
di

In linea con quanto sostenuto da Phil Spencer nel ritenere gli utenti PlayStation e Nintendo come parte della famiglia Xbox (vista la natura multipiattaforma di titoli come Minecraft o Call of Duty), il CFO del team Xbox Tim Stuart delinea la visione di Microsoft sul futuro del Game Pass.

In coincidenza del summit TMT di Wells Fargo, il Chief Financial Officer della divisione videoludica di Microsoft ha preso spunto dalla discussione intavolata dai partecipanti alla conferenza per ribadire l'intenzione della casa di Redmond di "portare il Game Pass su ogni schermo in grado di riprodurre giochi".

"Per noi è un po' un cambio di strategia", ammette però Stuart prima di sottolineare come "non stiamo annunciando nulla in questa sede, ma ribadiamo che la nostra missione è quella di portare le nostre esperienze first party e i nostri servizi in abbonamento su ogni schermo in grado di riprodurre giochi. Ciò significa smart TV, dispositivi mobile e ciò che in passato avremmo considerato concorrenti, come le console PlayStation e Nintendo".

Lo stesso CFO di Xbox, d'altronde, sottolinea che "il Game Pass è un business ad elevato margine di profitto per Microsoft, insieme al business dei videogiochi first party e alla pubblicità. Queste sono aree in cui Microsoft prevede di espandersi in modo significativo nel prossimo futuro".

A detta di Stuart, il volano di questa espansione sarà rappresentato sia dal Game Pass che da Activision Blizzard King, prova ne sia l'entusiasmo del CFO di Xbox per la rapida integrazione tra Activision e Microsoft.