di

Come saprete bene, la scorsa settimana Donald Trump ha tenuto un incontro alla Casa Bianca con alcuni dei maggiori esponenti dell'industria videoludica. Il tema trattato: la violenza nei videogiochi, e la supposta influenza che essa avrebbe sui giovani che ne fruiscono.

Durante l'evento è stato mostrato un filmato contenente alcune scene violente presenti in giochi come Call of Duty: Modern Warfare 2, The Evil Within e Fallout 4. Secondo il presidente degli USA questo tipo di contenuti influenzerebbe la mente dei giovani, motivo per il quale è stata richiesta una regolamentazione più rigida che possa arginare il problema.

Giunge oggi una risposta a quanto mostrato e dichiarato da Trump: Games for Change, organizzazione nata nel 2004 per facilitare la realizzazione e distribuzione di videogiochi volti all'educazione e alla sensibilizzazione umanitaria, ha pubblicato un video in cui viene mostrato il lato opposto dei videogame, quello in cui sono gli scenari incantevoli e i momenti di pace a fare da protagonisti. Tra i titoli mostrati nel video, troviamo nomi come Abzû, Life is Strange, The Last of Us, The Witness, Shadow of the Colossus, Overwatch, The Legend of Zelda: Breath of the Wild, Horizon: Zero Dawn, LittleBigPlanet, Mirror’s Edge, Brothers – A Tale of Two Sons, Firewatch, Ori and the Blind Forest e Fortnite.

Cosa ne pensate della risposta di Games for Change? Servirà a far cambiare idea a Donal Trump?

Quanto è interessante?
8