GDC 2020: misure di sicurezza e partecipazioni a rischio per il Coronavirus

GDC 2020: misure di sicurezza e partecipazioni a rischio per il Coronavirus
di

La recente epidemia da Coronovirus, denominato COVID19, sta condizionando una serie di conferenze ed eventi in giro per il mondo. Anche la Game Developers Conference 2020 in programma a San Francisco ha emesso un comunicato ufficiale per definire la situazione.

COVID19 sta inevitabilmente impattando su alcuni dei più importanti eventi legati al mondo dell'elettronica di consumo e del gaming. Dopo il recente annullamento del Mobile World Congress di Barcellona, anche il GDC 2020 monitora attentamente la situazione. Come si legge nella nota ufficiale il virus impedirà a gran parte degli sviluppatori cinesi di partecipare al GDC: gli organizzatori hanno indicato una serie di restrizioni di sicurezza indette dal governo degli Stati Uniti che hanno costretto gli espositori con sede in Cina ad annullare la propria presenza o a inviare personale americano a gestire i loro stand.

GDC ha affermato che al momento "circa 10" delle 550 aziende partecipanti riscontreranno dei problemi. Allo stesso modo i partecipanti provenienti dalle zone della Cina più a rischio non potranno prendere parte all'evento. Gli organizzatori hanno quantificato una percentuale del 2% rispetto alla partecipazione totale. Il Moscone Center che ospiterà l'evento sarà sottoposto ad ulteriori procedure di igiene pubblica: saranno installate delle postazioni per disinfettare le mani, nonché degli spruzzatori di disinfettanti elettrostatici. Controller, headset e caschi VR verranno disinfettati frequentemente. Anche gli hotel che collaborano con GDC dovranno garantire misure di sicurezza sanitaria.

Quanto è interessante?
5