Gears Tactics è un gioco migliore grazie a Xbox Game Pass, spiega The Coalition

Gears Tactics è un gioco migliore grazie a Xbox Game Pass, spiega The Coalition
di

Nel corso di un'intervista concessa a VentureBeat da Mike Crump, il dirigente di The Coalition ha spiegato che la consapevolezza di dover lanciare Gears Tactics su Xbox Game Pass ha avuto un impatto positivo sullo sviluppo dello spin-off strategico della saga di Gears of War.

Discutendo delle opportunità offerte dalla casa di Redmond alle sussidiarie interne agli Xbox Game Studios che sono chiamate a rendere disponibili i loro giochi su Game Pass sin dal giorno di lancio, Crump ha sottolineato che "come tutti gli sviluppatori abbiamo sempre determinate aspettative e ci misuriamo con quelle, soprattutto in termini di vendite unitarie. Ma il Game Pass ci libera da questo obbligo del dover fare sempre affidamento esclusivo sul parametro delle vendite per avere successo, una cosa che può spingere gli sviluppatori a decidere se fare un gioco oppure no".

Il dirigente di The Coalition entra poi nello specifico di Gears Tactics per spiegare che "è bello avere delle metriche diverse su cui basare il successo di un proprio titolo, il non dover stare a pensare troppo a fattori come le vendite o il prezzo di lancio ci ha permesso davvero di correre dei rischi e provare delle cose che altrimenti non avremmo fatto".

Per scoprire se lo slancio di innovazione garantito a The Coalition dalla strategia di Microsoft sul Game Pass ha prodotto gli effetti sperati sul gameplay e sui contenuti di Gears Tactics, non ci resta che aspettare fino al 28 aprile per assistere al lancio dell'ultimo strategico a turni degli autori di Gears 5 su PC (sia su Steam che su Microsoft Store), con approdo successivo su Xbox One.

Quanto è interessante?
5