Genshin Impact: Video anteprima dell'avventura GDR che si rifà a Zelda Breath of the Wild

di

Grazie all'occasione offertaci dalla closed beta di Genshin Impact ci siamo tuffati nel colorato universo fantasy dell'ultima fatica action ruolistica di MiHoYo per rispondere ad una semplice domanda: è davvero come Zelda Breath of the Wild?

Le ore trascorse in compagnia degli eroi di Genshin Impact ci hanno restituito l'immagine di un titolo in divenire che attinge a piene mani dall'esperienza ludica di BOTW per "giustificare" un sistema di gameplay improntato sull'esplorazione libera della mappa di Teyvat.

Al netto della controversia sorta tra i fan di Link in funzione delle evidenti analogie con il capolavoro Nintendo, l'offerta contenutistica di Genshin Impact si rivela essere più curata e ambiziosa di quanto ci aspettassimo. Questa insolita dicotomia causata dalle chiare fonti di ispirazione di MiHoYo si riflette inevitabilmente su tutti gli elementi che compongono l'opera, dalla grafica (curata ma estremamente stereotipata) alla narrazione (scorrevole ma piagata da un endgame piagato dalle microtransazioni), per tacere del modulo multiplayer (accessibile solo su invito e slegato dalla storia) e della progressione ruolistica per le abilità e gli elementi di equipaggiamento.

Su queste pagine trovate l'analisi approfondita di Francesco Fossetti sulla nostra prova della closed beta di Genshin Impact, nell'attesa di capire quali forme assumerà il progetto nella sua versione finale in arrivo su PC, sistemi mobile, PlayStation 4 e Nintendo Switch nel corso del 2020.

Quanto è interessante?
5