Ghost of Tsushima, tra Samurai e Spettro: Jin diventerà comunque una leggenda

Ghost of Tsushima, tra Samurai e Spettro: Jin diventerà comunque una leggenda
di

In seguito alla lunga sessione di gameplay di Ghost of Tsushima mostrata in occasione dello State of Play dedicato al titolo Sucker Punch, il team di sviluppo ritorna ad approfondire alcuni aspetti chiave della produzione.

Tra queste troviamo il dualismo che contraddistinguerà lo stile di combattimento di Jin Sakai, protagonista assoluto dell'avventura. Da una parte infatti, il giocatore potrà scegliere di affrontare il mondo di gioco tenendo fede alla Via del Guerriero dei Samurai tradizionali oppure di abbracciare a pieno le tecniche dello "Spettro", maggiormente legate alla figura dei Ninja.

Nonostante questa libertà di scelta, ha voluto ribadire il team, in Ghost of Tsushima "Non è presente una meccanica di karma", in quanto la software house vuole "raccontare soltanto una storia, il viaggio di Jin". Alla richiesta di chiarimenti in merito all'eventuale presenza di un duplice finale legato allo stile di gioco prevalente, questa è stata la replica offerta da Sucker Punch: "Il gioco racconta la storia del sacrificio di Jin nel diventare lo Spettro. I giocatori possono scegliere di combattere prevalentemente con la spada, l’arco o la furtività; in ogni caso, Jin diventerà una leggenda per la gente di Tsushima e un incubo per gli invasori mongoli".

Recentemente, il team ha offerto ulteriori dettagli anche in merito alla gestione di missioni secondarie e difficoltà in Ghost of Tsushima.

Quanto è interessante?
6