Ghost of Tsushima: Sucker Punch parla del setting; racconterà una storia universale

Ghost of Tsushima: Sucker Punch parla del setting; racconterà una storia universale
di

Nel corso di un'intervista concessa a VentureBeat, il boss di Sucker Punch Chris Zimmerman ha avuto modo di parlare del setting di Ghost of Tsushima, delle ricerche effettuate per assicurare la fedeltà storica e del tipo di storia che il team vuole raccontare.

Nei giorni scorsi lo stesso Zimmerman specificò che gli avvenimenti non saranno storicamente accurati a 100%. Il setting del Giappone del 13° secolo, invece, verrà ricreato alla perfezione. Il team annovera tra le sue fila sviluppatori nativi giapponesi e sta collaborando attivamente con un team stanziato nel paese del Sol Levante per assicurarsi che tutto sia riprodotto a regola d'arte: "È importante che tutto venga fatto nel modo giusto. Abbiamo lavorato sodo per assicurarci l'aiuto delle persone adatte. Sia che parliamo del sincretismo nella vita religiosa giapponese, o dei dettagli nelle conversazioni, oppure ancora della riproduzione accurata delle spade, abbiamo messo su una grande squadra".

Nonostante il setting ben specifico, la storia messa a punto da Sucker Punch sarà universale e godibile dalle persone di tutte le culture: "Racconteremo una storia che, speriamo, sarà godibile a livello universale, nella quale potrà immedesimarsi chiunque".

Cosa ne pensate delle sue parole? Ricordiamo che Ghost of Tsushima è in sviluppo esclusivamente per PlayStation 4. Purtroppo, non è ancora disponibile una data d'uscita precisa.

Quanto è interessante?
18