Ghostwire Tokyo risplende negli scatti di Paolo Mantoan: fotografia virtuale made in Italy

Ghostwire Tokyo risplende negli scatti di Paolo Mantoan: fotografia virtuale made in Italy
di

Mentre il Game Director del titolo Bethesda suggerisce la possibile futura pubblicazione di un DLC o un sequel di Ghostwire: Tokyo, le inquietanti atmosfere confezionate dal team di Shinji Mikami tornano a brillare grazie alla Virtual Photography.

Il fotografo digitale italiano Paolo Mantoan ha infatti realizzato una suggestiva galleria di scatti realizzati all'interno dell'inquietante universo di Ghostwire Tokyo. Il lavoro svolto dall'artista ha catturato l'attenzione della stessa Bethesda, che ha provveduto a promuoverne gli scatti. Per confezionare le proprie istantanee, Paolo Mantoan ha fatto ricorso alla Modalità Fotografica inclusa all'interno di Ghostwire: Tokyo e alle sue numerose opzioni di personalizzazione.

In una versione spettrale e abbandonata della città di Tokyo, il fotografo digitale ha immortalato scorci suggestivi e intriganti dettagli del mondo plasmato dagli sviluppatori di Tango Gameworks. Tra interni di appartamenti, templi giapponesi e negozi aperti 24 ore su 24, ogni scatto restituisce le atmosfere inquietanti e opprimenti di Ghostwire: Tokyo. Per visionare l'intera galleria fotografica firmata da Paolo Mantoan, potete sfruttare il link dedicato che vi riportiamo di seguito:

Cosa ve ne pare degli scatti realizzati dal Virtual Photographer italiano?

Al debutto, lo ricordiamo, Ghostwire: Tokyo ha trovato spazio su PlayStation 5 e PC. In seguito all'acquisizione di Bethesda da parte di Microsoft, resta attesa la futura pubblicazione del titolo su ecosistema Xbox.

Quanto è interessante?
3