Esport

GiG: coach degli Invictus Gaming R6 arrestato per violenze contro la compagna

GiG: coach degli Invictus Gaming R6 arrestato per violenze contro la compagna
di

Ellis "GiG" Hindle il coach degli Invictus Gaming di Rainbox Six Siege ed ex dei Natus Vincere (altrimenti conosciuti come Na'Vi) sarebbe stato arrestato a Manchester per aver aggredito la sua ex compagna.

Stando alle indagini della polizia, il rapporto, durato ben due anni, sarebbe stato caratterizzato da continui abusi e violenze.

Aimee Southern, la ormai ex ragazza di GiG, ha demandato a un TwitLonger la propria confessione. La ragazza parla di molteplici aggressioni fisiche, abusi verbali e tentato stupro. Tra le altre cose, Aimee ha detto che GiG l’avrebbe "trascinata sul pavimento prendendola per i polsi nel tentativo di impedirgli di lasciarlo", aggiungendo che il ragazzo l’avrebbe “costretta a fare sesso con lui dopo averla umiliata verbalmente, urlandole contro cose orribili".

La dichiarazione ha anche accusato GiG di trascorrere il proprio tempo a messaggiare con messaggi espliciti assieme a diverse ragazze minorenni, “di 16 anni e lui ne era perfettamente a conoscenza".

GiG ha sostenuto di essere innocente, dichiarando che non c’è nulla di vero nelle accuse che gli sono piombate addosso. Tuttavia, ha ammesso di aver "Tradito e di essersi comportato, a volte, male", ma ha aggiunto che "questo è tutto".

Nonostante le accuse emerse durante il Rainbow Six Invitational, a GiG non è stato proibito di partecipare all'evento. Un portavoce di Invictus Gaming ha dichiarato: “la polizia sta raccogliendo testimonianze e prove. Fino a quando non verrà mostrato il contrario, andremo avanti come sempre”. Al momento, le accuse sembrano essere piuttosto gravi e sono in corso le indagini della polizia.

Quanto è interessante?
1