Che fine hanno fatto? 8 giochi che non si sono (ancora) fatti vedere nel 2022

di

Sviluppare un gioco tripla A per le piattaforme di gioco moderne è un lavoro incredibilmente complesso che richiede tempo, denaro e una grande forza lavoro. Se a tutto ciò aggiungiamo anche la pandemia da Coronavirus, che ha influenzato negativamente lo sviluppo di molteplici titoli negli ultimi anni, è facile comprendere i motivi di tanti rinvii.

Il 2022, fortunatamente, è stato un anno decisamente ricco, avendoci offerto giochi del calibro di Elden Ring, Xenoblade Chronicles 3, Horizon Forbidden West, Gran Turismo 7 e God of War Ragnarok, senza contare sorprese come Immortality, Stray, Sifu, Cult of the Lamb e Tunic. Non possiamo non pensare tuttavia a tutti quei giochi che, per un motivo o per un altro, sono letteralmente spariti dalle scene senza mai mostrarsi nel 2022. Quali sono?

Alan Wake 2

Annunciato ai Game Awards 2021, la nuova avventura dello scrittore maledetto è stata solo fugacemente citata da Remedy, che al massimo ci ha fornito qualche spunto di discussione senza mai offrire cose sostanziose, come un filmato, delle immagini o addirittura una data d'uscita. Che stiano aspettando i Game Awards 2022 del prossimo 8 dicembre?

Avatar Frontiers of Pandora

Sviluppato da Massive Entertainment con lo SnowDrop Engine, doveva uscire nel 2022, ma poi è stato rinviato all'anno fiscale 2023/2024. Purtroppo, non si è più fatto vedere.Ci auguriamo che il risalto mediatico garantito dall'arrivo nelle sale del film Avatar 2: La Via dell'Acqua possa convincere Ubisoft a mostrarci qualcosa.

Pragmata

Tra i progetti più misteriosi della lista, Pragmata è stato presentato durante lo showcase di PlayStation 5 dell'ormai lontano mese di giugno 2020. In tutto questo tempo Capcom ci ha offerto solo un breve video in-engine per scusarsi del posticipo al 2023. Vogliamo saperne di più.

Suicide Squad Kill the Justice League

Suicide Squad: Kill the Justice League, l'attesissimo nuovo gioco dei ragazzi di Rocksteady (mai troppo celebrati autori responsabili della serie Batman Arkham), nel 2022 ha lasciato tutti i riflettori al cugino di Warner Bros. Montreal, Gotham Knights, dandoci appuntamento al 2023. L'ultima volta si è mostrato in un gameplay trailer in occasione dei Game Awards di dicembre 2021, dunque sapete cosa stiamo pensando: ci aspettiamo grandi cose dall'edizione dei Game Awards di quest'anno. Rocksteady, non deluderci!

L'Indiana Jones di Bethesda

Non abbiamo mai visto nulla del gioco di Indiana Jones che sta prendendo forma presso MachineGames. Annunciato nel giugno del 2021 con un semplice teaser, è letteralmente sparito dalle scene. Nel 2022 abbiamo solamente appreso dell'ispirazione a I Predatori dell'Arca Perduta.

Splinter Cell Remake

Quando è stato annunciato nel dicembre del 2021, il remake di Splinter Cell curato da Ubisoft Toronto ci ha subito dato l'impressione di un gioco nelle fasi iniziali dello sviluppo, quindi in un certo senso la sua assenza ce l'aspettavamo.Sam Fisher però ci manca troppo e non vediamo l'ora di rincontrarlo in questo remake del primo Splinter Cell riscritto per un pubblico moderno.

Project 007

L'annuncio è avvenuto nel 2020 quando lo sviluppo era ancora in fasce, dunque il silenzio era auspicabile. Due anni però sono tanti e dopo aver dato l'addio a Daniel Craig al cinema non vediamo l'ora di scoprire questa storia originale sulle origini di James Bond. Le ultime indiscrezioni parlano tuttavia di un possibile lancio nel 2025...

Fable (e gli altri giochi first-party Microsoft)

Le emozioni più grandi del 2022 Microsoft ce le ha regalate con gli aggiornamenti continui di Xbox Game Pass e con la diatriba con Sony per l'approvazione dell'acquisto di Activision-Blizzard-King.Ma le grandi esclusive, dove sono? Fable, Avowed, Everwild, Senua's Saga: Hellbalde II sono letteralmente spariti. Forza, Phil!

Quanto è interessante?
8