God of War Ragnarok, come sono nate le musiche di Atreus e Angbroda? Parla Bear McCreary

di

Anche se non è previsto un documentario in stile Raising Kratos per God of War Ragnarok, i ragazzi di Santa Monica non ci hanno lasciato a bocca asciutta e in queste settimane ci stanno portando dietro le quinte dello sviluppo con una serie di brevi documentari. Il più recente è dedicato alla colonna sonora e vede il contributo di Bear McCreary.

L'ultima puntata della serie Behind the Scenes di God of War Ragnarok è intitolata "The Gods of Score" e ci accompagna a Jötunheim, la terra dei Giganti, in compagnia del compositore Bear McCreary, della Music Production Lead Sonia Coronado, del Music Engineer Kellon Boytom e del Music Affairs Justin Fields per offrirci dei preziosi retroscena sulla realizzazione della colonna sonora.

"Mentre state giocando, per avere una risposta emotiva che sembri reale, la musica può aiutare a generare quella connessione con ciò che state facendo", ha esordito Bear McCreary, il cui obiettivo per God of War Ragnarok è stato fin dall'inizio quello di "eguagliare, se non superare, il livello della musica di God of War (2018)". Il musicista statunitense ha rivelato che la sfida più grande l'ha dovuta affrontare durante la realizzazione del tema di Atreus, una cosa che non era stata fatta per il capitolo precedente. "Ho faticato per farlo. Ho creato varie stesure. Alla fine, mi è venuta l'idea di utilizzare gli strumenti popolari norreni come elemento predominante per il suo tema, di far arretrare l'orchestra fino a farla scomparire. Ho lasciato solo un piccolissimo gruppo di archi, solo cinque, e li ho fatti avanzare lentamente. Era piccola e serrata, come una traccia rock. Poi ho aggiunto la nickelharpa e un violino Hardanger, e ho scritto un tema per questi due strumenti che era l'esatto opposto del tema di Kratos".

La sfida successiva è stata rappresentata dalla creazione di un tema in grado di rappresentare adeguatamente il rapporto tra Atreus e Angbroda, che ha un grosso impatto sulla storia di God of War Ragnarok, e fare in modo che i giocatori potessero affezionarsi alla ragazza. "In molti modi, il tema di Angbroda spinge i confini della nostra musica agli estremi. Volevo che i suoni richiamassero lo stesso regno musicale di quelli degli strumenti popolari norreni, ma volevo anche qualcosa di diverso", ha spiegato McCreary. Dopodiché, Sonia Coronado è intervenuta spiegando che il tema di Angbroda un mix perfetto di dolcezza e innocenza, unito all'aspetto magico di questo regno. L'uso dei dulcimer, ad esempio, per rappresentare quell'innocenza bambinesca, ma anche la melodia simile ad un flauto, che sostiene tutta la storia di Angbroda".

Se volete saperne di più, guardare la sesta puntata della serie Behind the Scenes di God of War Ragnarok in cima a questa notizia (o a questo indirizzo). Lo sapete che il Game Director ha dovuto lottare per mantenere un certo personaggio in God of War Ragnarok? Attenzione, è uno spoiler!

Quanto è interessante?
6