God of War Ragnarok: ecco qual è stato il personaggio più difficile da realizzare

God of War Ragnarok: ecco qual è stato il personaggio più difficile da realizzare
di

In vista del lancio di God of War Ragnarok, i cui preordini fisici e digitali sono ufficialmente partiti ieri, il direttore artistico Raf Grassetti ha condotto una sessione di domande e risposte sul suo account Instagram, svelando alcuni interessanti retroscena sullo sviluppo. Uno di questi potrebbe essere considerato uno spoiler, siete avvisati.

Chiacchierando con i suoi follower, Grassetti ha rivelato qual è stato il personaggio più difficile da realizzare. Ebbene, il più complicato in assoluto è stato proprio lui, il pezzo grosso, Odino! L'artista ha spiegato di averci lavorato a lungo a stretto contatto con Dela Longfish, che invece ricopre il ruolo di Lead Character Concept Artist presso Santa Monica Studio. Dopo tanto lavoro, il duo non vede l'ora di assistere alla reazione dei giocatori alla comparsa del padre degli dei norreni.

Con queste parole, Grassetti ha anche confermato indirettamente la presenza di Odino in God of War Ragnarok... come se ce ne fosse davvero il bisogno. Che potesse far parte della partita lo avevamo già immaginato prestando attenzione al lancio fissato di mercoledì (9 novembre 2022), che nell'antica cultura anglosassone rappresenta proprio il giorno dedicato alla divinità: Wednesday deriva da Wōden's Day, dove Wōden sta appunto per Odino.

Il capo del pantheon norreno affiancherà dunque altri esseri sovrannaturali come il dio del tuono Thor, il dio della guerra Tyr, la gigantessa Angrboda e, come rivelato dall'ultimo trailer di God of War Ragnarok, anche il maestoso lupo Fenrir. A proposito di anticipazioni sulla trama, un mini-artbook potrebbe aver svelato un importante evento di God of War Ragnarok: aprite solo se avete il coraggio.

Quanto è interessante?
7