God of War Ragnarok recensione: il ritorno di Kratos e Atreus è colossale!

di

Con la scadenza dell'embargo per le recensioni su God of War Ragnarok siamo finalmente in grado di offrirvi le nostre analisi e tutti gli approfondimenti sull'esperienza ludica, grafica, narrativa e contenutistica confezionata da Sony Santa Monica per 'chiudere col botto' la saga norrena di Kratos e Atreus.

L'esplorazione dei Nove Regni insieme al Fantasma di Sparta e al suo inseparabile figlio ci restituisce l'immagine di un progetto estremamente solido e sfaccettato, un titolo che parte dalle già granitiche fondamenta del suo predecessore per erigere un impalcatura ludica a dir poco monumentale.

Seguendo i venti del Fimbulwinter di God of War Ragnarok, il viaggio intrapreso dai giocatori insieme al Dio della Guerra restituisce a schermo un'esperienza semplicemente indimenticabile, merito sia di un combat system impeccabile che, ovviamente, di una storia dai toni cinematografici.

Il calderone di opportunità guerresche offertoci da Santa Monica è la testimonianza tangibile del lavoro svolto da chi, in questi anni, ha fatto tesoro dell'esperienza acquisita per ampliare gli scenari esplorabili, diversificare gli enigmi ambientali e dipingere un mondo fantasy eccelso.

Per ogni altro approfondimento, oltre al video che campeggia a inizio articolo vi ricordiamo che sulle pagine di Everyeye.it trovate la nostra recensione di God of War Ragnarok a firma di Alessandro Bruni, con tantissimi altri spunti di riflessione e i giudizi esaustivi del kolossal action adventure di Sony Santa Monica destinato ad approdare su PS4 e PlayStation 5 il prossimo 9 novembre.

Quanto è interessante?
3