di

God of War Ragnarok e Elden Ring sono due giochi estremamente diversi tra loro e difficilmente paragonabili, non è infatti quello che vogliamo fare in questa nostra riflessione. Sia Elden Ring che God of War Ragnarok sono arrivati sul mercato anticipati da un notevole hype e riscuotendo enorme successo di pubblico e critica.

Sebbene nel 2022 siano usciti tanti ottimi giochi (pensiamo, tra i tanti a Horizon Forbidden West, Neon White, Xenoblade Chronicles 3, The Last of Us Parte 1, Gran Turismo 7, Bayonetta 3 e Call of Duty Modern Warfare 2 solamente per citarne alcuni) sono in molti a credere che alla fine la lotta per il premio di Game of the Year che verrà assegnato ai The Game Awards dell'8 dicembre vedrà per protagonisti due soli attori.

Non solo per una questione di Metascore (96 Elden Ring, 94 God of War Ragnarok) ma anche per l'impatto avuto dai due giochi citati. Partiamo da Elden Ring (ecco la nostra recensione di Elden Ring), il gioco di FromSoftware è uscito a fine febbraio oscurando Horizon Forbidden West (e tutti gli altri giochi usciti in quel periodo) e diventando un vero e proprio fenomeno pop che ha coinvolto celebrità, influencer, gamer, sportivi, attori e anche il pubblico generalista, finendo sulla bocca di tutti, spinto anche dal nome di George R.R. Martin, autore de Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, serie adattata poi per la TV con il nome Il Trono di Spade. Un successo eclatante, Elden Ring ha venduto oltre 17 milioni di copie in pochi mesi ed è ancora oggi un gioco sulla cresta dell'onda. E lo sarà ancora a lungo, siamo pronti a scommettere, merito di un gameplay solido e una direzione artistica di primissimo ordine.

God of War Ragnarok è stato accolto in maniera ugualmente positiva dalla critica (per saperne di più ecco la nostra recensione di God of War Ragnarok) e anche le prime impressioni del pubblico sembrano essere molto buone. Un gioco attesissimo, che eguaglia il precedente episodio per quanto riguarda il Metascore, pur non risultando forse fresco, originale e d'impatto come God of War 2018. Questo non toglie ovviamente che Ragnarok sia uno dei videogiochi più importanti dell'anno e sicuro fenomeno di questo fine 2022.

E voi cosa ne pensate: la corsa per il premio di Game of the Year sarà davvero una battaglia a due tra Elden Ring e God of War Ragnarok o Horizon Forbidden West, A Plague Tale Innocence, Stray e Xenoblad Chronicles 3 possono davvero competere per il titolo? E chi vincerà il GOTY 2022? Lo scopriremo durante i The Game Awards del 9 dicembre, vi ricordiamo che anche quest'anno la redazione di Everyeye.it è parte della giuria dell'evento.

Quanto è interessante?
11