Google Stadia: nonostante i 10.7 TFLOPS, Destiny 2 gira alla risoluzione 1080p nativa

Google Stadia: nonostante i 10.7 TFLOPS, Destiny 2 gira alla risoluzione 1080p nativa
di

Stadia debutta oggi sul mercato in una forma che non può assolutamente definirsi completa. Nonostante le ottime performance dello streaming messe in evidenza da Francesco Fossetti nella sua recensione di Google Stadia, il servizio di Mountain View debutta privo di molte funzionalità.

Delle mancanze ne abbiamo già parlato in un articolo dedicato, in questa sede ci concentriamo invece su alcuni aspetti tecnici. Stando a quanto rivelato da The Verge, nonostante l'incredibile potenza di 10.7 TFLOPS che pone Stadia al di sopra di PlayStation 4 Pro e Xbox One X, Destiny 2: The Collection viene renderizzato nelle server farm di Google alla risoluzione nativa di 1080p. La presentazione 4K offerta agli abbonati Stadia Pro con Chromecast Ultra, di conseguenza, è frutto di un upscaling.

Amaro in bocca anche per Red Dead Redemption 2: come messo in evidenza da Digital Foundry, il capolavoro di Rockstar Games non supera la risoluzione 1440p nativa a 30fps su Chromecast Ultra. Su Google Chrome, dove al momento il supporto al 4K è indisponibile e non è possibile andare oltre il 1080p, il framerate è invece sbloccato.

È evidente che nonostante l'elevata potenza messa a disposizione, gli sviluppatori non hanno ancora preso dimestichezza con l'hardware alla base di Google Stadia, che sfrutta le API Vulkan. A conti fatti ciò non ci sorprende più di tanto, dal momento che situazioni del genere si sono sempre presentate (e sempre si presenteranno) al lancio di ogni nuova piattaforma di gioco.

Ne approfittiamo per ricordarvi che Destiny 2: The Collection, assieme a Samurai Shodown, è offerto gratuitamente a tutti gli abbonati a Stadia Pro.

FONTE: GamePur
Quanto è interessante?
13