di

I timori per la chiusura di Google Stadia si concretizzano con le dichiarazioni condivise da Phil Harrison: il General Manager e vicepresidente della divisione Stadia del colosso di Mountain View spiega che il servizio in game streaming è destinato a chiudere i battenti.

"Abbiamo preso la difficile decisione di avviare il percorso che ci porterà a chiudere il nostro servizio di streaming Stadia", spiega Harrison dopo aver illustrato il lungo percorso intrapreso dal colosso americano per investire nel settore dei videogiochi e nell'innovazione nelle tecnologie Cloud applicate al gaming.

Dietro alla scelta di chiudere Stadia, ammette Harrison, c'è la semplice constatazione che "il servizio non ha ottenuto quel successo di pubblico che ci aspettavamo nonostante le solide basi tecnologiche sulle quali abbiamo costruito Stadia".

Il dirigente Google spiega comunque che Big G rimborderà tutti gli acquisti di hardware Stadia effettuati tramite Google Store. Ma non solo. Stando sempre a quanto specificato da Harrison, Google si premurerà di rimborsare tutti gli acquisti effettuati in videogiochi e contenuti aggiuntivi tramite Stadia Store.

La data di chiusura di Google Stadia è fissata per mercoledì 18 gennaio 2023: fino ad allora, i giocatori potranno accedere alla loro libreria di titoli in streaming e fruire tutti i contenuti legati agli abbonamenti Stadia Pro, ivi compresi i giochi "gratuiti" offerti mensilmente da Google. Harrison spiega che "la maggior parte dei rimborsi sarà completata entro metà gennaio 2023, troverete maggiori dettagli sulla procedura da effettuare per ricevere il rimborso nel nostro Centro Assistenza".

Quanto è interessante?
18