Google Stadia farà girare i giochi PC Windows? Possibile annuncio al Developer Summit

Google Stadia farà girare i giochi PC Windows? Possibile annuncio al Developer Summit
di

I giocatori di Google Stadia, piattaforma cloud gaming che non riceve sostanziali novità da un bel po' di tempo, guardano con molto interesse al Games Developer Summit, fissato per il 15 marzo. A giudicare dalle ultime indiscrezioni, la loro attesa potrebbe finire per essere ben ripagata.

Tutto lascia presagire che gli sviluppatori di Google abbiano messo a punto una tecnologia basata su Linux per emulare i giochi PC Windows su Stadia. La presentazione della stessa dovrebbe avvenire proprio in occasione dell'atteso summit degli sviluppatori, quantomeno a giudicare dalla descrizione di uno dei panel. Gli utenti di Reddit hanno infatti scoperto che nel corso della giornata Marcin Undak, uno sviluppatore del Google Stadia Porting Platform Team fornirà "una panoramica dettagliata sulla tecnologia alla base di una soluzione di Google che permette di eseguire dei giochi per Windows non modificati su Stadia".

Una soluzione del genere, se confermata anche per l'uso pubblico oltre che per il testing, potrebbe aprire le porte all'arrivo di molti nuovi giochi su Stadia, dal momento che renderebbe i lavori di conversione superflui. Google ha faticato moltissimo in questi anni per portare i giochi sulla sua piattaforma (che ricordiamo essere basata su Linux), e molti sviluppatori hanno preferito non imbarcarsi nello sviluppo dei porting. Allo stato attuale, il catalogo di Google Stadia, nonostante possa vantare numerosi tripla A e produzioni indipendenti, appare decisamente sguarnito rispetto a quelli della concorrenza.

Questa tecnologia potrebbe fornire agli sviluppatori terze parti interessati una scorciatoia non da poco. Si parla, tra l'altro, di giochi Windows non modificati, dunque sulla carta gli utenti di Stadia potrebbero approfittare delle solide infrastrutture di Mountain View per giocare in streaming alle versioni PC dei loro giochi preferiti, un po' come succede già con GeForce Now.

Una tecnologia del genere viene utilizzata anche su Steam Deck, per la quale Valve ha creato il suo personalissimo Proton compatibility layer per permettere ai giochi di Windows di girare su Linux utilizzando una versione modificata di Wine. I piani di Google non sono del tutto chiari al momento, dunque attendiamo con curiosità il Games Developer Summit.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
6