Google Stadia in 4K: Specifiche Tecniche e Requisiti del nuovo sistema di game streaming

Google Stadia in 4K: specifiche tecniche e requisiti
Speciale: Google Stadia
di

Il 19 marzo è stato annunciato Google Stadia sul palco della GDC, in arrivo entro la fine del 2019. Mancano ancora numerosi dettagli in merito al nuovo servizio, ed in questo video ragioneremo sull’hardware, sull’Elastic computing e sulla scalabilità, con qualche considerazione anche sui requisiti di banda.

Sotto il profilo squisitamente prestazionale, l'hardware di ogni singola "blade" che andrà a formare la ragnatela di server e gaming farm di Google sarà caratterizzato da una CPU custom 2,7Ghz Hyper-Threaded con 9,5MB L2+L3 di Cache e tecnologia AVX2 SIMD accoppiata a 16GB di memoria RAM HBM2. Anche sul fronte della scheda grafica, Google promette di fornirci un'esperienza visiva a cavallo tra questa e la prossima generazione di console grazie a una GPU custom da ben 10,7 Teraflops e una memoria HBM2 ad altissima velocità, con la possibilità di un futuro upgrade.

Quanto alla banda necessaria per fruire al meglio dei servizi promessici da Google, gli stessi vertici del colosso di Mountain View affermano di garantire un'esperienza di gioco soddisfacente con una connessione minima di 25Mbps per lo streaming dei titoli in 1080p e 60fps o di 30Mbps per raggiungere i 4K e i 60fps.

Maggiori informazioni sul progetto, dal prezzo di Google Stadia e degli eventuali piani in abbonamento che ne accompagneranno l'uscita alla lista dei videogiochi presenti in catalogo, verranno condivise da Big G in estate, presumibilmente in coincidenza dell'E3 2019 che avrà luogo dall'11 al 15 giugno a Los Angeles.

E voi, cosa ne pensate del nuovo progetto che sancisce l'ingresso di Google nel mercato videoludico? Saprà ritagliarsi uno spazio importante in questa industria multimiliardaria nonostante il lancio futuro di PlayStation 5 e Xbox Scarlett? Fatecelo sapere nei commenti dopo esservi gustati il nostro nuovo Video Speciale su Stadia.

Quanto è interessante?
12