Google Stadia sarà a prova di hacker e tutelerà la nostra privacy, promette Phil Harrison

Google Stadia sarà a prova di hacker e tutelerà la nostra privacy, promette Phil Harrison
di

Dopo aver alimentato la discussione in rete affermando che Stadia avrà giochi migliori rispetto a PC e console tradizionali, Phil Harrison di Google ha illustrato alla redazione di GamesIndustry.biz la strategia che Big G intende adottare per assicurare la protezione dei dati personali degli utenti.

In risposta alle preoccupazioni di chi ha assistito all'annuncio di Google Stadia durante la Game Developers Conference 2019, il vice presidente e direttore generale del colosso di Mountain View ha affermato che "Stadia sarà costruito partendo dalle solide politiche di Google sulla protezione della privacy e dei dati personali degli utenti e di certo non cambieremo questa politica".

Quanto alle modalità di accesso alla nuova piattaforma in game streaming e all'integrazione con gli altri servizi di Big G, Harrison ha aggiunto che "l'account da utilizzare per Stadia si basa sul vostro medesimo account Google, ma ovviamente sarete in grado di utilizzare un'altra identità distinta e diversa da quella che vi contraddistingue negli altri servizi Google. Ci impegnamo a proteggere e rispettare la privacy degli utenti in ogni fase del processo".

Il lancio di Google Stadia dovrebbe avvenire entro fine anno in Nord America ed Europa (e quindi anche in Italia, a giudicare dalla pagina ufficiale) ad un prezzo che deve essere ancora annunciato. Nell'attesa di ricevere un chiarimento in tal senso da parte di Google, vi rimandiamo alla nostra video analisi su specifiche tecniche e requisiti di Stadia in 4K.

Quanto è interessante?
11